La nostra storia

CGD Nazionale 

Il Coordinamento Genitori Democratici è sorto a livello nazionale nel 1976 sulla spinta di partecipazione dei genitori alla vita della scuola.

Il CGD è un’associazione di genitori indipendente da partiti e organizzazioni politiche, economicamente autonoma e presente su tutto il territorio nazionale.

 

CGD Loris Malaguzzi - Moncalieri

Nel 1988 nasce la sezione di Moncalieri che, a partire dal 1994, si chiamerà "Loris Malaguzzi" in ricordo del fondatore delle Scuole Comunali dell’infanzia di Reggio Emilia.

In questi anni ha organizzato corsi per genitori, iniziative provinciali a difesa della scuola elementare a tempo pieno, lotte per la qualità delle mense scolastiche, indagini sul tempo libero e sulle aspettative dei ragazzi delle scuole medie inferiori e attività di solidarietà a favore dei bambini della Bielorussia.

 LORIS MALAGUZZI

lm

Loris Malaguzzi nasce nel 1920 a Correggio. Giovane insegnante elementare subito dopo la Liberazione, avvia un’intensa attività educativa parallela, animando otto asili del popolo autogestiti; alcuni di questi servizi vivranno fino al 1967, anno della loro municipalizzazione. Nel 1950 fonda il Centro Medico psico-pedagogico comunale, ove lavorerà per oltre vent’anni, e dirige la Scuola Convitto Rinascita per reduci e partigiani. Diventa consulente del ministero della Pubblica Istruzione, direttore delle riviste Zerosei e Bambini

Nel 1980 fonda a Reggio Emilia il Gruppo nazionale Nidi-Infanzia. Spesso in viaggio per l’Europa e gli Stati Uniti, promuove una filosofia dell’educazione innovativa, creativa, capace di valorizzare quel patrimonio che si esplica nei cosiddetti "cento linguaggi dei bambini".


Nel 1991, una giuria di esperti internazionale, attraverso la rivista statunitense Newsweek, identifica nella scuola comunale dell’infanzia Diana di Reggio Emilia l’istituzione all’avanguardia nel mondo rispetto all’educazione dei bambini; a questo riconoscimento fa seguito nel 1992 il prestigioso Premio Lego (Danimarca), mentre nel 1993 Malaguzzi riceve a Chicago il Premio Kohl.

L’anno successivo vengono assegnati alla sua memoria il Premio H.C. Andersen e un attestato internazionale del Mais (Mediterranean Association of International Schools): Malaguzzi, infatti, muore improvvisamente il 30 gennaio 1994.

 

"REGGIO CHILDREN"

Il Comune di Reggio Emilia comincia ad istituire la propria rete di servizi educativi fin dal 1963 con la creazione delle prime Scuole dell’infanzia, alle quali si aggiungono, a partire dal 1970, gli Asili nido. Dal 1967/68 inizia anche ad accogliere le richieste di municipalizzazione di tutte quelle scuole che fin dall’immediato dopoguerra sono sorte per iniziativa popolare, dando vita così ad una rete di servizi educativi sotto la guida del professore Loris Malaguzzi, che orienta e anima l’esperienza fino al 1994.

Tale esperienza costituisce da anni un riferimento di intensa vitalità che, con ininterrotta progressione,lm2 è oggetto di interesse, studio e confronto da parte di insegnanti, pedagogisti, ricercatori, amministratori provenienti da tutta Italia e da ogni parte del mondo. Per rispondere alle innumerevoli richieste di visita e di scambio, il Comune di Reggio Emilia, nell’impossibilità strutturale di farvi fronte in prima persona, promuove, a partire da un’idea di Loris Malaguzzi, la costituzione di una società a capitale pubblico-privato che ne possa supportare l’azione. Nel 1994 nasce così "Reggio Children" - Centro internazionale per la difesa e lo sviluppo dei diritti e delle potenzialità delle bambine e dei bambini. Questa società si occupa della valorizzazione e diffusione del patrimonio teorico-pratico sviluppato nei Nidi e nelle Scuole dell’infanzia di Reggio Emilia: gestione degli scambi internazionali (che dal 1994 ad oggi hanno portato in visita a Reggio più di 4.500 persone), gestione della Mostra I cento linguaggi dei bambini (attualmente la versione nord-americana è esposta a Oakland, California, mentre quella europea durante il 2000 percorrerà diverse regioni della Gran Bretagna), organizzazione di seminari e incontri di studio sull’esperienza reggiana in Italia e all’estero, edizioni di pubblicazioni e audiovisivi (già tradotti in molte lingue); della formazione di insegnanti e operatori, attraverso corsi di breve e lungo periodo; della promozione di progetti di ricerca sull’infanzia e l’educazione, in collaborazione con università, Centri di ricerca, Fondazioni e Ministeri nazionali e internazionali.